Piano regolatore edilizio e di ampliamento tra Spianata Castelletto e piazza Acquaverde, 1868

DATA: 1868
TITOLO: Piano regolatore edilizio e di ampliamento della Città di Genova nella zona di territorio compreso tra la Spianata di Castelletto e la piazza Acquaverde con raccordi di via Nuovissima e Balbi
TIPOLOGIA: piano di ampliamento
FORMA: approvato
RESPONSABILITÀ: Ufficio tecnico comunale
COLLOCAZIONE: Archivio storico del Comune di Genova (Asc),  schedario Piani regolatori, volume 8 e Verbale dei Consigli comunali (a scaffale)
DOCUMENTI SCHEDATI: 13 materiali scritti, 5 materiali grafici



Materiali grafici
1. Piano della nuova strada progettata tra la piazza dell’Acquaverde e la Spianata di Castelletto coi suoi raccordi con via Nuovissima passando dalla Porta di S. Marta e per la salita S. Bernardino coordinata col progetto approvato di risanamento di Vallechiara. Planimetria (redazione Timosci, Monti). Scala 1:500, 21.06.1867 (Asc);
2. Estratto del piano di strada di circumvallazione a monte coll’indicazione delle strade secondarie fra le proprietà Scassi e il Monastero delle Turchine di sopra, di una rampa provvisoria dalla salita Carbonara alla parte superiore dell’antica cinta e di un’altra rampa coordinata con scala sottostante per la comunicazione fra la salita S. Nicolosio e la strada di circumvallazione. Planimetria (red. Ufficio lavori pubblici). Scala 1:500, [1867] (Asc);
3. Estratto del piano di circumvallazione a monte coll’indicazione in tinta bistro del tratto di strada secondaria fra le proprietà Scassi e il Monastero delle Turchine ed in tinta bleu della strada scorciatoia fra piazza della Zecca e la strada di circumvallazione. Planimetria (red. Ufficio lavori pubblici). Scala 1:500, [1867] (Asc);
4. Profilo longitudinale della strada secondaria tra le proprietà Scassi e ilConvento delle Turchine di sopra (red. Ufficio lavori pubblici). Scala 1:100, [1867] (Asc);
5. Profili trasversali della strada secondaria tra le proprietà Scassi e il Convento delle Turchine di sopra (red. Ufficio lavori pubblici). Scala 1:100, [1867] (Asc).

Cronologia
1867, 20 luglio: il Consiglio comunale (sindaco Andrea Podestà) delibera l’approvazione del secondo tronco di strada di circonvallazione a monte, tra la Spianata Castelletto e piazza Acquaverde, attraverso la valle di Carbonara, quella dell’Albergo dei Poveri, la collina di Santa Brigida, le vie di raccordo tra questa strada e la via Nuovissima.
1868, 15 novembre: con Regio decreto si approvano il piano e il suo regolamento.
Note
Il piano si articola in tre parti, comprendenti ognuna una differente zona di progetto. La prima si sviluppa tra la Spianata di Castelletto e la Porta di Santa Marta; la seconda tra la Porta di Santa Marta e via Nuovissima (passando attraverso la via dell’Albergo dei Poveri e Vallechiara e comprendendo la via di raccordo da piazza del Carmine alla circonvallazione attraverso la salita San Bernardino); la terza tra Santa Marta e piazza Acquaverde, passando attraverso Santa Brigida (progetto quest’ultimo non realizzato).

Riferimenti bibliografici

Achille Neri, Il Barabino e la cultura urbanistica di Genova nell’Ottocento, Editoriale Domus, Milano, 1959, p. 49-53.
Teofilo Ossian De Negri, Storia di Genova, Martello, Milano, 1968, p. 781-785.
Silvana Balbi, Franca Balletti, Bruno Giontoni, Contributi per la storia dell’urbanistica genovese: studi e documenti. 1848-1880, Quaderni di Urbanistica, vol. I, Università degli Studi di Genova, Facoltà di Architettura, 1976, p. 302-312.
Ennio Poleggi, Paolo Cevini, Genova, Laterza, Roma-Bari, 1981, p. 188-190.
Franca Balletti, Bruno Giontoni, Genova 1850-1920. Cultura urbanistica e formazione della città contemporanea, Stabilimento tipografico Fabbiani, Genova, 1984, p. 30-34.
Giuseppe Marcenaro (a cura di), Genova, il Novecento, Sagep, Genova, 1986, p. 18.Maria Donatella Morozzo Della Rocca, «Caratteri tipologici degli edifici ottocenteschi degli assi di fondovalle di via Caffaro e via Assarotti e della Circonvallazione a Monte», in Aa.Vv., Città, centro, periferia, Sagep, Genova, 1989.
Bruno Giontoni, «Genova Nuova: il paesaggio urbano della città borghese», in Luca Borzani, Geo Pistarino, Franco Ragazzi (a cura di), Storia illustrata di Genova, vol. V, Genova dell’età contemporanea. Cultura e società traOtto e Novecento, Sellino Editore, Milano, 1995, p. 978-980.

Altre fonti
Verbale Consiglio comunale, seduta straordinaria, 20.07.1867, pratica 5, p. 267, con allegato schema del Regio decreto.